News

16set

Attacco del parassita cinese, produzione di castagne giù del 90

Lo combattono con un altro insetto,. Ma la diffusione è esponenziale comunque. Il cinipide, parassita del castagno, sta mettendo in ginocchio il settore in Irpinia. 
Attacco del parassita cinese, produzione di castagne giù del 90%

Continua a leggere...
15nov

La produzione castanicola quest’anno è allarmante

Le difficoltà della castanicoltura sono sotto gli occhi di tutti con il vistoso calo della produzione per l’anno 2013. Il dibattito è aperto ed ognuno dice la sua per provare a dare sollievo ad un settore che per l’Irpinia è, economicamente, strategico.“Fate presto. E’ il grido d’allarme dei castanicoltori irpini”

Continua a leggere...
1mar

Allarme castagne, colpa del clima e di un insetto

Le castagne sono buone, ma quest’anno non c’è verso di trovarne, ovunque le si vada a cercare. Per lo meno nel nord Italia. Non basta e non risolve, a quanto pare, nemmeno sconfinare in Svizzera. Così in questi giorni si sono rarefatte le gite di gruppi e comitive familiari destinate alla raccolta. Vuoti i mercati, altissimo il prezzo di vendita.

Il sole, le scarse precipitazioni, ma anche l’attacco di un insetto, il cinipide, che sta distruggendo al nord Italia tanti castagneti, mettono in crisi un rito ed un mercato fiorente. E molto stagionale. Di solito la raccolta si concentra nel periodo che va dall’inizio di ottobre alla seconda settimana di novembre.

Dai boschi si ricava la materia prima per serate conviviali all’insegna delle caldarroste, ma anche per produrre farine, liquori, biscotti, dolci, oli. Sarà dura replicare la produzione usando le castagne nostrane di cui è previsto, per quest’anno, un dimezzamento del quantitativo raccolto.

Continua a leggere...

News

Photogallery

Meteo